3882 visitatori in 24 ore
 214 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



Paolo Gugnoni

Pagu

Ciao a tutti,
in due parole sono una persona che ama la sincerità, mi piace leggere, scrivere, il Karate e amo osservare il mondo.
Se volete mi trovate in Facebook... Paolo Gugnoni diventerà vostro amico.
Grazie a voi per l'attenzione.

Paolo. ... (continua)


La sua poesia preferita:
Sognando il Bagdad Café
Dei sogni erano i tempi dei passi svelti,
tanti i pensieri per far crescere gli anni,

aspirazioni, mete lontane, territori inesplorati,
con la valigia pronta per cercare il Bagdad Café.

E speravamo di lasciare quei deserti di solitudine,...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Il calice e l’astrazione
No,
ho altre destinazioni, non è meta l’astrazione,
fin troppo grande il disegno or m’appare,
parte non sarò di quel che sentir m’è vago.

Brindo alle intemperie,
ai miraggi delle letture, le altrui conoscenze,
dentro prigioni di desideri e...  leggi...

Nel principio cosmico dell'Alleluia
Ammiravo nel mezzo dell'attimo l'ideal vita,
intime carezze, lucente oro al mondo,
timida profusione di aromi dolci miei sospiri
nel vivere tuo privato lontano mille idee
toccato d'ingorda fame che dall'amore nasce.

Triste fu quel vuoto...  leggi...

Variabili altitudini
Immergerò questo corpo in abbandono
nelle alte fiamme dell'introvabile salvezza,
via dai vincoli di un'indicibile afflizione
perché è vivere l'assurda penitenza.

Spargerò le ceneri sulla terra affranta,
sarà...  leggi...

Chi dei limiti è ignaro e beato
Negli istanti del tempo desio
voli l'anima e appaghi la vista
chi dei limiti è ignaro e beato
nel passo del più aperto pensare.

Sia la vita l'ambizioso progetto,
vicoli accesi d'ardente passione
egual visione di non finta...  leggi...

Prati innocenti
Sui giovani prati innocenti
distendi la carne segnata,
troppo il dolore sofferto,
grido di una madre lontana.

Reo ti hanno reso d'irreale delitto,
l'astratta colpa di essere nato,
uomo senza parola o scelta
accusato di false idee e...  leggi...

Figurazioni geometriche dell'amore
Nei mille pindarici voli
della mia fantasia sterile
altro non so trovare
che pace nel tuo respiro.

Io che...
scivolo su questa linea
priva di amorose curve,
cerchio di sopite emozioni
in angoli di luce riflessa.

Ma...
al vertice della...  leggi...

Giglio
Lacerata sul volto
da un sorriso oscurato,
una parola ingoiata,
un affetto spezzato.

Ti stracci le vesti
per non...  leggi...

Statua
In una crepa nera
hai deposto la tua vita.

Tu, bellissima statua,
immobile e severo
osservi il nostro mondo.

Non usi...  leggi...

Pagu

Pagu
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Sognando il Bagdad Café (06/12/2016)

La prima poesia pubblicata:
 
Chiaro di Luna (16/08/2013)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Sembianze (29/06/2018)

Pagu vi propone:
 Figurazioni geometriche dell'amore (24/01/2015)
 Giglio (17/04/2014)
 Prati innocenti (26/01/2015)

La poesia più letta:
 
Chiaro di Luna (16/08/2013, 3266 letture)

Pagu ha 8 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Pagu!

Leggi i segnalibri pubblici di Pagu

Leggi i 4045 commenti di Pagu


Leggi i racconti di Pagu

Le raccolte di poesie di Pagu

Pagu su Facebook


Autore del giorno
 il giorno 20/08/2018
 il giorno 13/08/2017
 il giorno 06/08/2016
 il giorno 26/10/2015

Autore della settimana
 settimana dal 11/04/2016 al 17/04/2016.
 settimana dal 16/03/2015 al 22/03/2015.

Pagu
ti consiglia questi autori:
 Rosita Bottigliero
 Sara Acireale
 Paola Riccio
 Angela Schembri
 Patrizia Ensoli

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Pagu? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Pagu in rete:
Invia un messaggio privato a Pagu.


Pagu pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Racconti straordinari

Edgard Allan Poe, scrittore statunitense, viene considerato uno dei rappresentanti più importanti del genere gotico, (leggi...)
€ 0,99


Pagu

Regno dalle scure pieghe

Donne
Nessun velo coprirà il guardingo apparire,
ti vedrò chinata e schiava, profetica Ecate,
al volere di colei che sarà giudicata dai posteri
superba più del vento che comanda e scuote.

Sarà vendetta contaminata dall'indelebile sangue,
odierò il perdono striato d'inadatta compassione,
peccato originale in un Eden di splendente cupidigia
avvinghiata da spire di serpeggiante ambizione.

Non dissetò il di lui amore la mia voglia di un trono,
fui catena dell'anima, esplosione di bramata virilità
inno di libera morale, nella dissimulata realtà d'emozioni
comandai i suoi pugnali in perenne scontro tra bene e male.

Facile abbandonarsi alle calde acque dell'odio,
inghiottiti e nascosti in larghi cerchi di morte
dispersi in un mare che non conosce conseguenze,
perché tutto è vacuo tranne la fama di lucida sovranità.

Sarò Regina di ammaliante regno dalle scure pieghe,
dovrei cantar vittoria con parole dell'altrui sofferenza,
lasciare vesti pesanti per indumenti di leggiadro splendor.

Dovrei...

se non sentissi quest'ansia stremante corrodere l'anima
in notti che non trovano sosta, dentro ore che urlano
in allucinate visioni d'isterica espiazione e condanna.

Dovrei...

se non sentissi in me la fatica di un male che della crudeltà è figlio.


Pagu 28/04/2015 12:47| 13| 1891 1579


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Patrizia Cosenza - Rosita Bottigliero - Anna Di Principe - Sara Acireale - Jibi - Cristiano De Marchi - Massimiliano Moresco
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«"Basta un po' d'acqua a purificarci del nostro atto". (Lady Macbeth)»


 
I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Non ci sarà il Nostos agognato intorno al anima,
Forse questo pathos che pervade l animo
Per un amore che l ineluttabilita distrugge.
Sempre più bravo.»
Eolo (03/05/2015) Modifica questo commento

«Si sente la partecipata epica che arde nel cuore all'autore. Un'ardore che contamina il lettore il quale non può rimanere indifferente al passionale verseggiare di Paolo. Ottima lirica.»
Massimiliano Moresco (30/04/2015) Modifica questo commento

«“...venite spiriti che presiedete a pensieri di morte, toglietemi il sesso e riempitemi tutta, dalla testa ai piedi, della più feroce crudeltà!...” Solo questa sua “preghiera” basta a capire l'ambizione, la crudeltà e la manipolazione di cui poi, è stata capace di mettere in atto. Una delle opere più brevi ma terrifiche di Shakespeare e tu ne hai tratto un'ispirazione poetica, davvero eccellente in tutto il suo elaborato… Chapeau!!!»
Jibi (29/04/2015) Modifica questo commento

«Poesia con ritmo eccellente, di grande qualità narrativa... L'autore ci conduce all'interno della "mente" shakespeariana con una magnifica descrizione del carattere e dei "sottili" pensieri di Lady Macbeth... e come sempre lo riesce a fare con uno stile impeccabile, uno stile di chi ha studiato sapientemente l'ambiente e l'ambientazione. I lavori di Pagu rasentano sempre più la perfezione e l'originalità delle sue opere rende ancor più attraente la lettura. Un elogio!»
Cristiano De Marchi (29/04/2015) Modifica questo commento

«Lirica molto intensa e composta in musicale stile. Riferimenti storici assolutamente apprezzati. Dipinto vivo ed intenso di una donna ...direi malefica... che tesse le tele e regge i fili di un mondo antico... eppure reale. Emozione»
Antonella17 (29/04/2015) Modifica questo commento

«Lady Macbeth, creatura malvagia e regina delle tenebre (ancora più malefica di Ecate) viene descritta in modo eccellente dal Poeta che ancora una volta si mette in gioco per regalarci versi che fanno spremere le meningi. La moglie di Macbeth (nel suo monologo),sviscera temi classici del repertorio shakespeariano: l'ambizione, la crudelta' e la manipolazione degli altri. Certamente è un personaggio negativo dalla personalità forte che può portare menti deboli a emularla. Bisogna evitare assolutamente ciò perché il male trascina dietro di se, altro male e i nodi si aggrovigliano a tal punto che poi è difficile scioglierli.»
Club ScrivereSara Acireale (28/04/2015) Modifica questo commento

«Shakespeare... rivisto in una delle sue bellissime tragedie... il pentimento viene ben riportato in questi versi con bravura sia nella stesutra della lirica sia nel contenuto ...autore preparato sempre pronto a mettersi alla prova con opere intense... riuscendo nel'intento»
Club Scriverecarla composto (28/04/2015) Modifica questo commento

«Ecate, una divinità infernale o celestiale? Discorso troppo ampio. In questi versi parliamo di lady Macbeth, colei che spinge l’uomo a macchiarsi le mani e la coscienza pur di ottenere ciò che lo farà divenire re. E in ciò lady Macbeth è superiore, con la sua malvagità persino a Ecate, relegata nell’ambito del male per i suoi legami con la magia, intesa nel senso detriorore del termine, figura orribile e terrificante, associata alla fatalità tipica della natura femminile. In versi davvero orginali, l’autore delinea questo regno dalle scure piege e le riflessioni,“dovrei cantar vittoria…. se non sentissi quest’ansia stremante corrodere l’anima…/se non sentissi in me la fatica di un male che della crudeltà è figlio”ne esprimono ilsensoin modoprofondo»
Club ScrivereRosetta Sacchi (28/04/2015) Modifica questo commento

«L'Autore con sapiente verseggiare delinea la figura di Lady Macbeth, il personaggio più malefico del dramma shakespeariano... una donna dalla sfrenata ambizione, dalla crudeltà e dalla capacità di manipolare gli altri. In un suo spaventoso soliloquio la donna implora le potenze delle tenebre, perché la privino di ogni forma di coscienza. Molto esplicativa la nota del Poeta, che evidenzia il punto estremo della crudeltà. L'abilità del Poeta sta nel costruire con una stesura di pregio una storia di notevole portata in " poche "rime. Un testo trascinante, ricco di immagini e riferimenti di storia... ci si perde estasiati nella ragnatela di emozioni. Applausi!»
Club ScrivereAnna Di Principe (28/04/2015) Modifica questo commento

«Il potere non sempre può portare alla felicità. ...e nel sentiero della vita resta sempre la semplicità.
Versi molto apprezzati, originali. ... piaciuta»
Club ScrivereRosita Bottigliero (28/04/2015) Modifica questo commento

«Si molto impegnativa bravo poeta ... ma tanta ambizione alla fine porta solo all'infelicità come si fa a essere felice con la sofferenza di molti ... una donna cattiva e non è la sola siamo circondate da donne cosi senza anima.»
Club ScriverePatrizia Cosenza (28/04/2015) Modifica questo commento

«Donna ambiziosa e cattiva d'animo, cerca di convincere il marito alla salita al trono di Scozia, spingendolo ad uccidere l'attuale re, vedendolo tintinnare, lo fa lei per lui. Una delle più importanti tragedie di Shakespeare che appunto ne traccia la storia. Una lirica notevole per contenuto e forma. Il mio plauso!»
Grazia Denaro (28/04/2015) Modifica questo commento

«Poesia molto impegnativa che ripercorre la figura immaginata di una donna assetata di potere ma con una morale che alla fine dei giochi costringe sempre al pentimento... Lungo la scalata quanti cadono... ed alla fine restano sulla coscienza... se uno ce l'ha... naturalmente.
Molto ricercata nello stile dell'Autore, sempre capace di trasmettere le sue idee in una forma apprezzata... davvero bella.»
Club Scriverezani carlo (28/04/2015) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Donne
Le intenzioni del vivere
Regno dalle scure pieghe
Pagine d'immortal memoria
Artigli graffianti
Tentatrice sirena
Eden ispirato
Bene violento

Tutte le poesie



Premio Scrivere 2016
Malinconia dei perduti giorni L’Anno Santo della Misericordia (Spirituale) (Spirituale)
L'ombra lunga del cuor La poesia e il Poeta (Impressioni)
Spirito che la vita culla La Terra, culla della vita (Natura)
Vittoria sempre canterà Poesia a tema libero
Premio Scrivere 2015
Variabili altitudini Oltre le distanze (Amore)
Fiume color rosso trafitto Sete di giustizia (Sociale)
Metamorfiche geometrie escheriane Poesia a tema libero

Pagu
 I suoi 35 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Come una foglia al vento (Lettera a Babbo Natale) (28/12/2013)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Vi auguro una lunga vita (29/03/2015)

Una proposta:
 
Guerriero (20/02/2015)

Il racconto più letto:
 
Claire, Adam e... io (23/01/2014, 5973 letture)


 Le poesie di Pagu



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it